EUR | USD

Morsettiere Entrelec di TE Connectivity

Con la necessità sempre crescente di automazione, continua a crescere la domanda di connessioni modulari accurate, efficienti e facilmente identificabili. Le apparecchiature devono essere fabbricate, assemblate, testate, installate e messe in servizio in modo rapido ed efficiente. Ciò significa che il tempo dedicato alla risoluzione dei problemi per cortocircuiti, errori di cablaggio e connessioni errate può costare caro. Ogni ora di manodopera destinata alla risoluzione dei problemi può causare ritardi con conseguenti perdite di capitale. Per questo è ancora più importante disporre di morsettiere flessibili e di alta qualità. TE Connectivity ha da poco aggiunto alla sua offerta le morsettiere serie Entrelec.

Fattori da tener presente nella scelta di una morsettiera

Nella scelta di una morsettiera è necessario considerare alcuni fattori, ad esempio: di quanti livelli ha bisogno l'applicazione? Un solo punto di passaggio è sufficiente o sono necessari diversi ingressi e uscite (I/O)? Se sono necessari più I/O, pensate alla possibilità di usare due o tre file. Più file permettono a ingegneri e tecnici di duplicare o triplicare gli I/O e risparmiare spazio, un bene veramente raro negli armadi elettrici. Con due o tre file si ha la possibilità di derivare in parallelo gli I/O.

(Immagine per gentile concessione di TE Connectivity)

Una volta decisa la struttura, dovete chiedervi come verranno usate queste morsettiere. Per un circuito di terra o per gli I/O? O magari le userete come morsettiere per sensori. Ogni applicazione finale richiede una configurazione diversa. Ad esempio, se una morsettiera deve essere utilizzata come blocco di fusibili, dovrete incorporare anche i portafusibili, mentre un blocco di sensori gestirà sensori a tre e quattro fili.

La decisione successiva riguarda il modo in cui le morsettiere verranno montate nell'applicazione. Le fisserete al pannello tramite viti oppure userete una guida DIN? Se pensare di usare una guida DIN, di che tipo? Cilindrica? G32? Il tipo cilindrico è sempre il più comune e funziona con tutte le apparecchiature di automazione industriale. Il tipo cilindrico miniaturizzato è simile come forma al tipo standard, ma a metà larghezza (15 mm). Le guide cilindriche in genere sono idonee per applicazioni fino a 600 V.

Per il cablaggio con le morsettiere sono disponibili diverse opzioni. Il collegamento a perforazione di isolante avviene inserendo il filo con la guaina ancora intatta, inserito tra due clip metalliche appuntite che forano la guaina. Questo metodo consente di eseguire i collegamenti senza esporre i fili scoperti. I morsetti a vite si usano di solito nelle applicazioni con tensioni elevate, perché garantiscono collegamenti più sicuri e possono essere utilizzati con fili di diametri maggiori. I morsetti a molla prevedono l'uso di molle per i collegamenti. Il filo scoperto viene inserito nel terminale e la molla lo blocca in posizione. Per rimuoverlo, si inserisce un piccolo cacciavite per aprire la molla. Questo tipo di collegamento è diffuso soprattutto per le applicazioni con conduttori di piccolo diametro e progetti con requisiti di spazio ridotti.

Oggi le morsettiere hanno anche molte nuove caratteristiche. Ad esempio, possono essere acquistate con diversi orientamenti angolari per essere accessibili anche in spazi angusti. Possono includere opzioni a innesto, come la serie Entrelec SNK di TE, che permette di eseguire il cablaggio a priori e poi assemblare e disassemblare il tutto in modo rapido: un vantaggio importante oggi, quando il tempo stringe sempre.

Date un'occhiata alla serie Entrelec SNK di TE Connectivity.

Offre tutte le caratteristiche appena descritte e molto altro. Sono disponibili nelle modalità con molla a innesto, solo a innesto, con morsetto a vite, ponticello, accessori isolanti, separatori di circuiti, marcatori e molto altro.

Informazioni su questo autore

Image of Eric Halvorson

Eric Halvorson, Partnership Marketing Manager – Strategic Programs, lavora presso Digi-da oltre 12 anni. Eric è interessato al mercato dell'automazione industriale. Si è laureato presso il Northland Community and Technical College nel 2011 con una tesi di tecnologia elettronica e sistemi automatizzati. Fino a poco tempo fa, Eric lavorava come Product Manager di elettromeccanica con un'attenzione particolare sugli interruttori. Eric trascorre il tempo libero a lavorare il legno, ad aggiustare le cose e all'aria aperta.

More posts by Eric J. Halvorson